lunedì 9 maggio 2016

La TV di regime

Eh sì!
Come ho scritto sul mio blog "The Candelabra of Italy", la Rai sta diventando un TV di regime.
Il talk show di Nicola Porro "Virus" non ci sarà più e Bruno Vespa, con il suo talk show "Porta a Porta" sarà ridimensionato.
Ai vertici Rai non è andata bene l'intervista al figlio di Totò Riina.
In realtà, Vespa ha fatto solo il suo mestiere di giornalista.
Punire un giornalista che fa il suo mestiere non è il massimo.
Insomma nella nuova TV di Stato, che per ora sta nella mente del direttore generale Antonio Campo Dall'Orto e che si vedrà effettivamente in onda da settembre, alcune cose si capiscono: i due conduttori, che - si sa - non fanno riferimento all'area vicino al centrosinistra, verranno in qualche modo ridimensionati o comunque, nel caso di Porro, non continueranno nella strada seguita finora.
Avremo una Rai che farà di fatto l'agiografia al premier Matteo Renzi.
Di fatto, siamo di fronte ad un vero e proprio regime.
E noi pagheremo il canone per la propaganda pro-Renzi.

Nessun commento:

Posta un commento