mercoledì 11 maggio 2016

Li abbiamo in casa nostra!

Gli afghani arrestati ieri a Bari con l'accusa di terrorismo dimostrano che il nemico è in casa nostra.
A quanto pare la cellula era pronta a colpire in porti, aeroporti e anche in negozi e centri commerciali. Il gruppo sarebbe stato composto da circa cinque persone. Uno è ricercato, altri due sarebbero già partiti per l'Afghanistan.
In base a quanto hanno potuto ricostruire i carabinieri del comando provinciale di Bari in un anno circa di indagini, iniziate dopo che uno degli indagati era stato visto e identificato mentre riprendeva con il telefonino gli esterni del centro commerciale Ipercoop di Bari nel quartiere di Santa Caterina, il gruppo stava progettando attentati in Italia, in Francia, in Belgio e in Inghilterra.
Noi siamo sotto una grave minaccia e non ce ne rendiamo conto.
O meglio, non si vogliono vedere le cose.
Oramai, è chiaro il problema: abbiamo i terroristi a casa nostra ed essi sono sono anche sfacciati.
La foto qui sopra mostra un selfie di un terrorista ed il sindaco di Bari Antonio De Caro.
Lo vogliamo capire, per agire?
Per esempio, non si potrebbe bloccare questa immigrazione clandestina?
Prima che si faccia qualcosa ci deve scappare il morto?
Questo buonismo sarà la causa della nostra rovina. 

Nessun commento:

Posta un commento