martedì 28 giugno 2016

Bill Cosby, vittima della "vendetta nera americana"

Bill Cosby, attore famosissimo negli USA, vittima di una incredibile campagna diffamatoria. La sua colpa è di avere criticato con le sue opere  la comunità afroamericana, finendo così nella lista nera dei Democrats, i comunisti degli Stati Uniti, che appena hanno potuto lo hanno colpito.

Ascoltavo oggi la vicenda di Bill Cosby.

Secondo la versione ufficiale, Bill Cosby, un famosissimo attore e comico, almeno molto famoso negli USA, ad un certo punto impazzisce ed inizia a stuprare delle donne dopo averle addormentate.
Siccome questa versione non regge, perché ci sono negli USA milioni, letteralmente milioni, di donne che darebbero l'anima per offrirsi a Bill, e non ha certo bisogno di sotterfugi, ad un certo punto qualcuno è costretto a mettere su una versione grottesca per cui l'attore ha una strana perversione, una specie di necrofilia per cui proverebbe piacere a violentare solo donne non consenzienti.
Ricordiamo che Bill Cosby è felicissimamente sposato da lungo tempo.

Ma ci è venuto un atroce dubbio. Che Bill Cosby sia caduto vittima della vendetta dei progressisti e del politically correct degli yankee.

Infatti Bill Cosby ha sempre giocato, ironizzato, si è preso gioco di alcuni evidenti difetti tipici dell'afroamericano. Ha osato non allinearsi al pensiero unico che voleva il nero sempre vittima indifesa dell'uomo bianco anglosassone schiavista. Bill è stato un uomo molto attivo, laborioso, impegnato, uno che se fosse stato in Italia avrebbe votato per la Lega o per Berlusconi e avrebbe ridicolizzato la Kyenge, tanto per essere chiari (e di amici di colore che militano e simpatizzano per la destra e che criticano la ministra di origine congolese che mostrò razzismo verso gli italiani ve ne sono a migliaia da noi, per fortuna).

Ed allora è stata montata ad arte la congiura. E' più facile di quanto si creda, basta racimolare individui senza coscienza, spregiudicati, ed offrire loro un compenso, o dei favori in cambio della calunnia. In questo la sinistra nel mondo è maestra. La Disinformacija è una delle armi più adoperate dai comunisti da sempre. Dalle campagne d'odio di Stalin contro i "fascisti polacchi", gli stessi che vennero attaccati dai Socialisti Nazionali di Hitler da ovest, e dai Socialisti di Stalin da est, passando per la diffamazione operata scientemente dal Soccorso Rosso Militante di Dario Fo contro le vittime dei kompagni col kalashnikov, per arrivare alle accuse di attentato alla rivoluzione rivolte dal cubano Castro e dal massacratore dei cambogiani Pol Pot ai rispettivi popoli. Al comunista non basta uccidere o distruggere il nemico, deve anche assicurarsi di convincere gli idioti che è cosa giusta.

La principale colpa di Bill Cosby allora è di essere fuori dal dogma dei democrats statunitensi, una delle versioni più nefaste del comunismo occidentale. Trovate donnette pronte a spergiurare il falso il gioco è fatto.

Lui è stato attaccato per il suo pensiero eterodosso, così come Dolce e Gabbana che da autorevoli rappresentanti del mondo gay hanno osato muovere delle critiche all'accanimento "famiglista" degli omosessuali, tutti presi dall'impellente bisogno di matrimonio.

Come potete vedere ci sono miliardi di conferme che la Democrazia e la Libertà di Pensiero sono pie illusioni.

AVE

Cai Lartheal

1 commento:

  1. Ottime osservazioni! Non ci avevo mai pensato anche perchè non leggo neppure queste cose che considero sin da subito pettegolezzi alimentati dai media per far comprare i giornali e dalle TV per far aumentare lo share e quindi i compensi pubblicitari.
    Potrebbe essere come tu dici e mi auguro, se è così, che la verità venga fuori!

    RispondiElimina