sabato 4 giugno 2016

VALE ANTONII (Saluto ad Antonio Gabriele Fucilone)


Come molti di voi già sapranno da oggi il nostro amico e collaboratore Antonio Gabriele Fucilone interrompe (ci auguriamo per un breve periodo) la sua quotidiana collaborazione con noi. 

Il motivo è il migliore possibile per lui. È un autore molto richiesto e quindi collaborando ormai da tempo con vari quotidiani non può più garantire l'impegno di qualità al quale ci aveva abituato.

Anche in questo Antonio si rivela un signore. Avrebbe potuto ridurre "il carico" ma fornire articoli di minor pregio. Avrebbe potuto far finta di nulla e calare fino a sparire come fanno in molti. Ma è persona corretta. Lo è sempre stato. E tutti noi lo abbiamo sempre apprezzato.

Quando gli proposi di collaborare con noi mi bastò chiedere. Lui accettò e mi avvertì che aveva già tantissimo da fare sul suo blog e in mille altri impegni. Ma mi promise "un minimo impegno".

Ebbene amici, il minimo impegno di Antonio è stato produrre più articoli di chiunque altro. Almeno uno se non due al giorno.
Passando da cadenza settimanale a oraria. Più che giornaliera insomma.
Antonio si è rivelato serio, preparato, professionale, puntuale. Tra i migliori di sempre.
Stride il contrasto tra un volenteroso come lui che crede in ciò che fa e lo fa, e personaggi lasciatemelo dire, che promettevamo impegni solenni, sforzi sovrumani e sono in grado di produrre al meglio qualche pernacchia sui socialnetwork. Antonio come noi fa sul serio perché è persona seria, e si vede.

Antonio ci è rimasto fedele e operoso, persino e questo lo so, quando abbiamo dovuto colpire con forza la religione cristiana per le motivazioni storiche che abbiamo stabilito in diversi articoli. Questo non lo ha né scandalizzato né impressionato. Stiamo perseguendo un obiettivo comune che è la liberazione del popolo dalla millenaria schiavitù della barbarie. Usiamo strumenti diversi ma il fine è unico e chiaro.

Oggi abbiamo parlato un po con lui anche se divisi dai reciproci immensi impegni. La promessa è di reincontrarci presto sperabilmente con minori fardelli sulle spalle che la lotta forsennata per sopravvivere in questa nostra amata patria ci impone.


VALE ANTONII
ARRIVEDERCI ANTONIO


2 commenti:

  1. Mi unisco per ringraziare e salutare Antonio !
    A presto, speriamo

    RispondiElimina
  2. Vi ringrazio di cuore. Vi invito a leggere: http://thecandelabra.blogspot.it/2016/06/ho-lasciato-ribellione-nazionale.html.

    RispondiElimina