sabato 23 luglio 2016

Epidemia di "depressione islamica"

Abbiamo appena sentito le dichiarazioni della polizia bavarese.
L'attentatore sarebbe un diciottenne in cura per depressione, solitario, preso di mira dai bulli.

Ormai è chiaro, in Europa, dopo la "sindrome depressiva" diagnosticata dalla polizia francese per il terrorista Muhammad Bouhlel, un altro musulmano con questa diagnosi. Cosa sta succedendo?  Forse un virus che contagia solo immigrati musulmani? Forse qualche batterio che contamina i kebab? Chissà.

Oppure, qualche epidemia di politicamentecorrettosi che affligge le polizie europee?

Insomma si tratta di un problema sanitario.

1 commento:

  1. Ci vogliono convincere che i musulmani sono tanto buoni e che non corriamo alcun pericolo ad accoglierli: colpa del politicume di sinistra che si innamora sempre di quanto di più sbagliato esiste al mondo.
    Quello di Nizza si è saputo che proveniva da una famiglia di radicalizzatissimi jihadisti ed era in contatto con gente che vive in Italia quest'altro, tedesco iraniano dicono quando si tratta di famiglia entrata due anni fa in Germania. La sua pistola aveva la matricola abrasa ed era in possesso di 300 proiettili: è chiaro che qualcuno gliel'ha fornita! altra prova un video che ha postato il giornalista Marcello Foa in cui si vede come dalla parte opposta della strada c'è un complice che lo filma e appena comincia a sparare zumma !
    Ma credono che abbiamo tutti l'anello al naso?

    RispondiElimina