venerdì 15 luglio 2016

La Francia è sotto attacco dell'islam perché è un simbolo

Per le verginelle politicamente corrette progressiste la Francia è la terra in cui avvenne una rivoluzione popolare antitirannica. Ma quella rivoluzione fu molto altro. Fu il primo inizio di una Restauratio Imperii. Il popolo francese, in gran parte di etnia Celto Romana, abbattè la nobiltà rappresentata da discendenti di barbari germanici, i Franchi.
Luigi XVI Capeto era discendente di un comandante dei Franchi, dei Capetingi, appunto. In un sol colpo i Gallo Romani abbatterono il Regime (detto ancient regime) stabilito dai barbari franchi con la complicità della chiesa. Quella chiesa che aveva spacciato un capo franco, Carlo Magno, un rozzo analfabeta, per imperatore romano, creando la pagliacciata detta Sacro Romano Impero, a volgarissima imitazione dell'impero romano.
La Revolution è un atto di Restauratio Imperii, grazie all'abbattimento del regno franco, che instaura una repubblica con i Consoli come Roma, da cui nasce l'impero che più di tutti ricorda quello Romano, guidato da un Cesare italico, Bonaparte.
Gli islamici ci tengono a colpire i simboli. Hanno attaccato le Torri Gemelle perché rappresentano la Civiltà Occidentale, nelle Torri Gemelle era sito il World Trade Center, il Centro di Commercio Mondiale. Simbolo del cosiddetto capitalismo. Lo hanno fatto il giorno 11 settembre, quando nel 1683 una coalizione sconfisse Karà Mustafà Pascià un turco che assediava Vienna, quella città che più di tutte in quell'epoca si proponeva come erede di Roma, e voleva poi ridurre la città del papa, Roma appunto, a califfato.

La Francia nella storia dell'islam rappresenta un ostacolo, il primo, quando nel 700 d.c. gli arabi sembravano invincibili vennero sconfitti dai franchi di Carlo Martello a Poitiers. Per questo, più che per la storiella dello stato progressista e libertario, essa è presa di mira.

I musulmani hanno buona memoria, a differenza nostra.

G.C.

1 commento:

  1. E' vero, i musulmani non hanno mai digerito di essere stati sconfitti e si sono riproposti la riconquista! Adesso è arrivato, secondo loro, il momento giusto per riconquistare l'occidente, e approfittano della debolezza di pensiero e della mancanza di coraggio degli occidentali

    RispondiElimina