sabato 16 luglio 2016

Per Erdoğan e per l'islam è solo questione di tempo

Per i musulmani (e per coloro da cui l'islam deriva, i cristiani ) dio è infallibile.

Per i comunisti, e per i socialisti marxisti e nazionali, lo stato è infallibile.

Per l'ultima e più involuta delle fedi dogmatiche, i griliisti, i podemisti, i populisti in genere, il popolo, o "la gente", è infallibile.

Eppure lo sappiamo, quando Von Steuffenberg tentò il golpe contro Hitler, la gente era coi nazisti.

Ieri notte parecchi idioti, ammaestrati dall'islam, dal Reich, e dal rais Erdoğan, si sono sentiti in dovere di proteggere il male.

Noi parliamo chiaro. Non è vero che non esiste il male ed il bene. Islam, Reich ed Erdoğan sono il male.

I golpisti, seppur turchi, rappresentano la parte migliore di questa storia, sono i giusti.

Essi rappresentano quello che rimane del sogno di Kemal Mustafà Pascià detto Atatürk.

Per quanto i turchi siano una razza sgradevole, e nella storia rappresentano il peggio del peggio, assieme ai germanici, però questo albanese nato a Salonicco, artefice del genocidio dei greci di Anatolia, rappresenta il meno peggio.

Perché riuscì a dare un minimo di civilizzazione ai turchi. Imponendo l'alfabeto di Roma in luogo degli sgorbi dell'alfabeto arabo.

Perché questo tipo, di cui si favoleggia una origine ebraica, ebbe il coraggio di rimuovere l'islam dalla vita dei turchi. Imponendo la laicità dello stato. Quanto di più vicino all'ateismo potesse imporre uno impregnato di turco fin dalla nascita.

Uno sforzo immane che portò la Turchia ad avere una sua dignità. Calpestata dai fanatici islamici di Erdoğan.

Talmente a certi turchi fa schifo l'islam ed Erdoğan che alcuni di loro hanno chiesto asilo al nemico, a Roma, a Bisanzio, ovvero alla Grecia.

Ricordiamoci che i turchi non sono quel popolo compatto ed unito che la propaganda del regime vorrebbe farci credere.

I veri turchi, o turkmeni, o turcomanni, coloro che discendono dall'Orda dei Göktürk, sono appena il 12%.

Il resto? Anatolici pre ellenici (Lidi, Cari, Lici, Carii, Cilici ecc), europei di Romelia, ossia delle terre balcaniche  (albanesi, greci, bulgari, serbi, romeni, ungheresi, russi), caucasici (georgiani, azeri che sono di ceppo turcico), arabi, assiri, e molti armeni e curdi, che nonostante i vari genocidi, sono più determinati e combattivi che mai.

Questa è la Turchia.

I turchi ci riproveranno ad abbattere Erdoğan statene certi. Ed avranno più fortuna.

1 commento:

  1. Brutto ceffo questo Erdogan, sostenuto da quell'idiota di keniota della Fratellanza Musulmana. speravo che con il colpo di Stato di ieri ce lo fossimo tolto di torno, invece probabilmente il tutto è stato organizzato dal sultano stesso per avere la scusa di imprigionare le migliaia di suoi nemici che militavano in Magistratura e nell'esercito.
    Ora varerà la costituzione islamica già pronta e vigilerà ancora più duramente sulla popolazione

    RispondiElimina