venerdì 12 agosto 2016

A sinistra non si tocca!

Era da poco avvenuto il "golpe dello spread" e la Propaganda di Regime si era messa in moto al massimo.
Il comico di regime Maurizio Crozza disse alla TV
"Che differenza c'è tra le donne ministro del governo Monti e quelle del governo Berlusconi? Quelle di Monti prima di essere ministri hanno fatto la Bocconi, quelle di Berlusconi invece..."
E giù una scarica di risate di ospiti, uomini, donne, tutti di sinistra, ma soprattutto donne ridacchianti soddisfatte della performance volgarissima di Crozza rivolta sgradevolmente alle donne nemiche. Tutti erano ospiti della trasmissione Ballarò di Floris che andava in onda il martedì sera.
Il Ministro Brambilla, peraltro tra le più attive personalità a difesa degli animali, disprezzata e snobbata dalle politicizzate associazioni pseudoanimaliste di sinistra che a denti stretti dovevano riconoscere le sue capacità, è stata letteralmente crocifissa e lapidata perché una volta si è intravisto un autoreggente.
Le dissero di tutto, coperta di insulti dalla testa ai piedi.
Questo è uno delle migliaia di esempi di aggressione della Propaganda di Regime a chi, donna, osi far politica contro il Regime, a destra appunto.
Se sei donna e ti candidi con Berlusconi ti può essere detto di tutto, anzi ti deve essere detto di tutto. Vengono dileggiate, calpestate, derise, umiliate, ridicolizzate.
Ma se sei una donna di sinistra, è intoccabile.
Un paio di estati da, Alfonso Signorini pubblicò le foto del ministro Madia che in macchina serviva un gelato con la bocca.
Rischiò anche lui la crocifissione, maledetto dalle femministe, le stesse che ridevano delle battute di Crozza sulle donne ministro di Berlusconi.
Ora la Boschi, ormai famosa per via della sua incolumità per i fatti bancari del padre, fatti agghiaccianti da cui la famiglia è stata protetta dal Regime, viene ritratta in una vignetta per delle sue foto dove si vede benissimo la sua mutanda, degne di comparire nel genere "voyeur upskirt" che piace tanto ai giovani progressisti  (e pure ai vecchiotti). Peraltro udite udite, vignetta del giornale amico "Il Fatto Quotidiano".
Succede il putiferio.
La Gioiosa Macchina del Regime, che è del fango per le donne di destra. Diventa dell'antifango per quelle di sinistra.
La Boschi non si tocca, nè si guarda, nè si pensa.
Il kompagno Vladimiro, lo sgradevole, odioso personaggio stupido aggressivo ed arrogante che abbiamo creato e che incarna il militante medioprogressista, direbbe "mbeh? E allora? E donne communiste o' pònno fa! E donne der fascio devono subbire, perché avete perzo àa guèra".
È così che funziona, nel Regime.

A Sinistra un ministro donna di sinistra, a destra un ex ministro donna di destra

1 commento:

  1. Hai scritto un divertentissimo pezzo al quale posso aggiungere solo che hai perfettamente ragione.
    Ti voglio ricordare cosa disse quella .... della Guzzanti contro la Carfagna (ma anche contro Benedetto XVI!)
    Non lo ripeto perchè non mi piace essere sboccata ma penso che lo ricorderanno tutti

    RispondiElimina