venerdì 14 ottobre 2016

È morto Dario Fo, una carriera di tutto rispetto

Inizia la sua carriera da giovane.
Indossa la divisa da repubblichino e non è difficile immaginare che abbia partecipato convintamente a spedizioni punitive nel Nord, al servizio della Germania.
La Repubblica Sociale lo abbiamo detto molte volte fu uno stato fantoccio creato dal Terzo Reich. Dario Fo ne fu entisiasta giovane sostenitore.

Quando poi allo stato fantoccio R.S.I. si sostituisce lo stato fantoccio R.(S.)I. ossia la Repubblica (Socialista) Italiana sempre al servizio prima degli Stati Uniti ed oggi del Quarto Reich, Dario Fo non perde tempo e mette il suo perverso talento al servizio del regime di turno.

Luca Telese, un giornalista che da sempre esprime posizioni medio-progressiste e quindi non di certo un "fascistone", nel suo bel libro Cuori Neri ci spiega che Dario Fo coprì con il Soccorso Rosso Militante e con azioni di mirata Disinformazione o Disinformacija i raccapriccianti crimini commessi dagli assassini comunisti degli anni 70 e 80. Ad esempio quello di Primavalle, nel quale persero la vita bruciati vivi i due bambini della famiglia Mattei.

Se si trattava di salvare un assassino comunista, al servizio del regime per fare il lavoro sporco, il nostro "eroe" non si tirava mai indietro.

Chissà se per questo la cricca di Stoccolma gli ha riconosciuto il Nobel?

Ha chiuso la sua mirabolante carriera al servizio del male abbracciando la fede in Grillo.

A convincerlo in questa sua definitiva conversione pensiamo abbia giovato il curriculum di Grillo, che negli anni 80 con la sua Chevrolet fece morire tutta la famiglia Giberti in un incidente sul Colle di Tenda, omettendo loro il soccorso.

Ci piace immaginare ora il suo incontro negli inferi con il demone dei cristiani Lucifero.
Ci piace immaginare che si voglia subito mettere al lavoro per dare tormento alle anime come seviziatore o come difensore del lavoro dei diavoli.

Pace all'anima, nostra.

3 commenti:

  1. Finalmente viene alla luce la verità così nascosta dal regime comunista.
    Che non può far venire alla luce i troppi lati oscuri che gli appartengono..

    RispondiElimina
  2. Finalmente viene alla luce la verità così nascosta dal regime comunista.
    Che non può far venire alla luce i troppi lati oscuri che gli appartengono..

    RispondiElimina
  3. Dario Fo è stato definito un saltimbanco, ed in effetti, chi meglio di lui è saltato di palo in frasca, ma sempre "dalla parte giusta"?

    RispondiElimina