lunedì 14 novembre 2016

Basta cazzate.



Nonostante l'ora mi trovo costretto a essere un Deus Ex Machina, ossia un risolutore di una diatriba che attraversa da troppo tempo ormai la destra italiana, mio malgrado. Questa è una questione che vista dall'esterno è grottesca, ridicola, persino  oscena, ma così è, ormai la destra è spaccata in due fazioni.
E così il nemico, che andremo a chiarire nel dettaglio chi è e come si insinua, ha gioco facile nel demolire quello che rimane del cosiddetto centrodestra, dal momento che il centrodestra stesso, ovvero i suoi elettori che fanno come i capponi di Renzo, o di Renzi, come scrivemmo in un articolo tempo fa, si scannano tra di loro mentre vanno allegramente al macello.

Vediamo un po' cosa è successo, e come intervenire definitivamente.

Abbiamo pubblicato, fierissimi di averlo fatto, un pezzo in cui il neoeletto presidente Trump dichiarava di dovere molto a Berlusconi.

Apriti cielo.

Abbiamo postato questo articolo in molti gruppi, molti lo hanno apprezzato, ma qualcuno deve aver rosicato parecchio.

E il principio fisico di azione e reazione non è tardato a mettersi in moto.

Non mi riferisco all'articolo di VdV, nostro amico e collaboratore, su cui metto la mano sul fuoco, che in ottima fede, temendo che Berlusconi fosse tentato dal promuovere il SI al referendum, e dal momento che sta conducendo una fiera battaglia personale per il NO, ne sarebbe stato ovviamente ed evidentemente infastidito, e lo ha illustrato nel suo bell'articolo.

Mi riferisco ad un coacervo di personaggi per niente limpidi che si sono palesati sullo scenario del rissoso ed affollato centrodestra dai tempi delle comunali di Roma. Gente che troppo presto rivendica l'eredità del Leader Silvio.

Ma mi riferisco anche, all'elettorato, in particolare a gente, che per qualche motivo che ci sfugge, ha deciso di mollare le proprie personali convinzioni, mossa da qualche ignoto prurito, buttando fango su chiunque osasse entrare in contraddittorio, ed ha deciso di migrare dapprima verso l'ala Salviniana, salvo poi felicemente atterrare sulla Raggi e scoprirsi grillino, o magari chissà lo è sempre stato, a nostra (o sua) insaputa.

Si sono svelati i piani di gente che sotto sotto di centrodestra non è mai stata? Quasi certo.

Ma Ribellione Nazionale non presta certo il fianco a costoro, ai loro deliri politici, ai loro sproloqui e mania di protagonismo. Noi siamo gente seria, con un progetto serio e benfatto.

Questo è quanto.

E per chiudere definitivamente la diatriba, c'è chi non ama più Berlusconi, c'è chi, ed io sono tra loro, non riuscirà mai a fidarsi di Salvini, perchè non mi è piaciuto per niente il modo con cui Bossi è stato scaricato e rimpiazzato da costui, né tantomeno di altri leader emergenti del cosiddetto centrodestra.

Per me Berlusconi, nel bene che ha fatto, e in quel poco di errore che ha commesso, ad esempio di troppa benevolenza verso il nemico, è stato e rimane una certezza. Se proprio devo mollare chi so come ha governato, preferisco allora essere certo di muovermi verso vera ribellione politica. Da tempo osservo con grande interesse i movimenti di gruppi definiti di Estrema Destra, da Casapound a Forza Nuova.
Ci dividono cose non di poco conto, come una visione differente della seconda fase del Fascismo. In particolare noi consideriamo un errore gravissimo storico, politico, strategico l'alleanza col nemico di sempre, la Germania. Lo ripeteremo fino alla nausea, invece ci pare di capire che le posizioni su quell'alleanza e sul ruolo della R.S.I. restano invece più "conservatrici e tradizionali" da parte di questi movimenti.

Ma sono fiducioso, e credo che siano posizioni su cui si può discutere con molti gruppi e molti militanti. Se cadesse da parte loro la pregiudiziale dell'alleanza germanica, io sono certo che questi movimenti diverrebbero uniti la prima forza politica della nazione, realmente rivoluzionaria, con quella giusta e sana cattiveria e bellicosità che ci permetterebbe quel riscatto finale che da oltre settant'anni auspichiamo.

E se così non fosse, allora confidiamo che Putin e Trump ci diano una mano a liberarci da questo ignobile fardello, e ribadisco, che questi signori hanno un ottimo amico ed un modello in quel signore che per alcuni che militano nel centrodestra è passato di moda.

Come diceva qualcuno che nel bene o nel male non passerà mai di moda, Noi Tireremo Diritto.

AVE

Cai Lartheal

1 commento:

  1. Complimenti, sono totalmente d'accordo con quanto hai scritto e ribadisco che gli idioti italiani che stanno cercando di frantumare il centrodestra, unico in grado di scrollarci di dosso Renzi e il suo governo imposto da Europa di Merkel e USA di Obama, sono da TSO immediato!
    Abbiamo un Leader che si è fatto apprezzare molto all'estero e vanta due grandi amici che nessun altro leader in Europa ha (non mi spingo oltre per carità verso gli utili idioti a loro insaputa): Trump e Putin (non parlo di Italia dove ci sono solo formiche, di pensiero soprattutto)e in questa italietta da avanspettacolo bisogna stare a sentire le chiacchiere da mercato di periferia o da bar sport in cui ognuno si sente chissà chi e dice la sua, perchè in questa periferia del mondo ognuno si sente commissario tecnico ma è un povero co...ncello!
    Sai che ti dico Fabrizio, certa gente meglio perderla che stare a ribadire sempre le stesse cose: ognuno si tenga le sue idee ma poi a mai più rivederci, andate con i grilli anche con quello che vuol far approvare le nozze con animali!

    RispondiElimina