venerdì 11 novembre 2016

Ribellione Nazionale cresce e si moltiplica. Ora anche il canale Facebook Messenger

Dopo YouTube, dopo Twitter, dopo Instagram, e dopo aver disposto persino un canale su "Snapchat" entrambe queste ultimi piattaforme prevalentemente fotografiche, proprio per diffonderci al meglio come un buon virus, abbiamo creato anche un canale attraverso la chat interna del Messenger di Facebook, quello tanto per capirci dove di solito i segaioli stalkizzano le vittime di turno, e dove i paranoici comunicano tutte le loro fobie contro il Tizio o Caio di turno.

L'unica nostra preoccupazione è che tale piattaforma è ideata per qualche unità che fa una multimedia-conferenza, per cui abbiamo pregato di ridurre al minimo i movimenti e di silenziare le notifiche per evitare "stress" agli iscritti.
Non sindachiamo sui livelli di tolleranza individuali, c'è chi riceve mille notifiche al giorno e non ha problemi e c'è chi riceve un "ding" e corre a vedere e fa "ah sono sti rompipalle di Ribellione Nazionale", per carità capiamo tutto questo.
Ma va anche detto che la piccola "fuga di cervelli" attesa (speriamo che il numero di cervelli usciti corrisponda al numero di persone fisiche ), finora dalla chat in cui abbiamo incluso oltre 100 papabili e crescerà, pari a meno del 10%, è fisiologica.
Vi sono persone che non amano questa modalità, magari nemmeno usano la chat, o il dover ricevere gli aggiornamenti senza replicare.
Ma ci sono anche quelli, qualcuno, che dovendo manifestarsi apertamente come lettore, si è tirato indietro svelandoci la sua vera natura di "disimpegnato", e questo modus ci è servito anche per questo.

Noi, che facciamo sul serio, andiamo avanti sempre meglio, e sempre più numerosi, convinti e motivati, gli altri per fortuna li stiamo perdendo e vogliamo e dobbiamo perderli. Meglio non moltissimi ma realmente motivati.

AVE

CL

Nessun commento:

Posta un commento