sabato 17 dicembre 2016

VIVENDI scala Mediaset. Ma VIVENDI chi è?

In questi giorni sentiamo i Media che parlano di "scalata a Mediaset da parte dei francesi di Vivendi".
E poi? Ma chi sono costoro? Stranamente i media italici tacciono. E se conosciamo i nostri polli, ciò non è un buon segno. Vuol dire che devono fare a meno di parlarne.
C'è solo una blanda preoccupazione, molto di facciata, perché è imminente l'esproprio di ciò che un tempo fu di un forte oppositore del regime, quel Silvio Berlusconi che ormai sembra estromesso e disinteressato alla politica, dopo che il partito da lui fondato si è rivelato una fucina di saltimbanchi e traditori politici.
E come gli si potrebbe dare torto?
Abbiamo visto il nuovo fantoccio del regime Gentiloni dire che "si interesserà" e pure i sindacati. E allora stiamo tranquilli...
Ora, quello che sappiamo, poco e male, è che Vivendi vuole Mediaset.
Ma consultando Wikipedia, cosa che stranamente i media non hanno fatto, esce fuori tanta roba interessante sulla società francese.
Per prima cosa, i francesi hanno già espropriato il 24% della nostra Telecom.
E questo è allucinante. Un settore strategico come la telefonia un tempo pubblica, il principale gruppo di telecomunicazioni italiano, monopolista delle reti fisiche, diventa straniero.
E non ve lo dice nessuno!
In altre parole i fatti vostri al telefono se li fanno i francesi.
Poi vediamo la proprietà della Società Vivendi.
Il proprietario è di fatto un bretone, tale Bollorè.
E consultando la sintetica biografia di Wikipedia leggiamo due cose che non ci entusiasmano.
Egli è un esponente della "Francafrique", in sostanza una sorta di neocolonialismo in salsa francese. Costa d'Avorio, Gabon ed altre nazioni africane, sono sotto controllo o rientrano tra gli interessi di un gruppo di potere abbastanza occulto, di area neogollista (quelli di Sarkozy) di cui sto Bollorè fa parte.
Ed inoltre è un grande amico di Sarkozy.
E ora ci spieghiamo pure tra l'altro perché il Sarko ci teneva tanto a far fuori Gheddafi. Era un suo concorrente nella politica espansionistica francese in Africa.
Insomma già  lo è Telecom Italia, tra poco Mediaset saranno nelle mani della cricca di Sarkozy. Tutto con la benedizione del nostro regime.

Nessun commento:

Posta un commento