mercoledì 8 febbraio 2017

Il Reich sta per perdere anche la Francia. 9. L'Italia nelle mani della Germania

I "brillanti risultati" di Monti e dei suoi degni successori al servizio del Reich. Gli italiani devono morire, per lasciare spazio vitale alla razza germanica, Monti, Letta, Renzi devono accertarsi che questo avvenga nel più breve tempo possibile, una sorta di kapò messi a guardia di un enorme campo di sterminio a cui si è ridotta l'Italia

9. L'Italia nelle mani della Germania



Da quel momento il Reich sa che non dovrà più permettere nulla a chi in Italia si oppone ad esso.
Monti, un "generale" del Reich andato al potere col terzo Golpe voluto da Berlino, inizia una sistematica spaventosa opera di demolizione di qualsiasi possibile via di fuga per il popolo che si oppone.

 I suoi degni successori proseguiranno nella sua opera. 

Renzi rafforza i servizi segreti per controllare meglio i sudditi italiani del Reich.

Manca solo una piccola rifinitura. Ormai sembra fatta. Il popolo sembra stordito e rassegnato. 

Molti imprenditori si sucidano indotti dal Reich che non può tollerare una reazione popolare italica nemmeno di natura economica. Il popolo italiano va sottomesso o sterminato.

Quelli che fanno atto pubblico di devozione al Reich, dichiarandosi di sinistra e mostrando sincero odio verso gli oppositori e collaborano alla definitiva distruzione di ciò che resta di libero dell'Italia vengono messi "a guardia delle pecore" coloro che o dovranno essere messi in condizione di emigrare dall'Italia o morire di fame e di privazioni.

Continua su:

Nessun commento:

Posta un commento