martedì 14 febbraio 2017

Non sanno più a che attaccarsi per andare contro Trump

Vengo a sapere dall'amico già nostro collaboratore Antonio Gabriele Fucilone sul suo blog gemellato con noi che consigliamo di seguire 'The Candelabra of Italy' che 2200 psicologi americani avrebbero firmato una specie di "perizia collettiva" in base alla quale Donald Trump sarebbe un "disturbato" perché affetto da narcisismo e da non so quali altre turbe.
Questo conferma che purtroppo almeno negli Stati Uniti, una spero minima parte degli psicologi sono dei cialtroni. Per questa gente uno psicopatico vero sadico e affetto da parafilie come Clinton è normale. Un fallito, un distimico, un soggetto affetto da disturbo istrionico della personalità se non persino bipolare,  e da un evidente seppur lieve ritardo mentale (aveva pause, dimenticava nomi e cose, più di una volta riferendosi a se stesso ha parlato di "muslim" musulmano, tradendosi) come Obama è normale. La vivacità e la gioia di vivere fatti persona, un carattere vincente che ha trasformato in oro tutto ciò che ha toccato invece ha una lista di disturbi.
Ma ammettiamo ad absurdum sia vero. Non sono forse loro i paladini della diversità? Quindi una persona che soffrisse di un disturbo non è eleggibile? Manco i nazisti arrivavano a tanto.
Ogni giorno, ogni istante, vi arrivano prove della totale truffa della democrazia. Cambiano i modi, ma i prepotenti, i predatori sociali cercano sempre di imporsi, a costo di ricorrere "ai manifesti degli psicologi".
Ogni strumento è buono. "Uccidere un fascista non è reato" è lo slogan dei democraticissimi che negli anni '70 massacravano a colpi di operaia chiave inglese ragazzini del liceo come Sergio Ramelli o bruciavano vivi bambini come i piccoli Mattei a Primavalle.
Oggi ci provano "con le buone", domani con la CIA. Spero solo che Donnie faccia prima di loro.
AVE
CL

1 commento:

  1. Una sola parola: anche l'america è piena di PiDioti, ovvero radical SHIT (!) con la puzza sotto il naso
    Ma in America ci sono persone di buon senso che hanno visto "il re nudo" e si sono rivolte alla persona di buon senso, con buona cultura avendo una laurea in economia, che ha saputo con il suo ingegno procurare lavoro e quindi cibo per milioni di famiglie

    RispondiElimina