sabato 4 marzo 2017

La resa dei Conti, e dei Marchesi e di tutti gli altri nobili

Qualche giorno fa i media hanno evidenziato lo sfogo di un personaggio famoso.
Francesco Facchinetti, personaggio televisivo, ha scritto sui social sfogandosi schiettamente per una aggressione subita da suo padre, il famoso musicista Roby dei Pooh.
È andato dritto al punto. "Vado a comprarmi un arsenale, se lo stato non mi difende, mi difendo da solo".

Non è che lo stato, anzi, quelli che la retorica di regime usa definire "i servitori dello stato" non vorrebbero o potrebbero difenderti. È che viene loro impedito di farlo perché aumentare la criminalità aumenta la paura e l'insicurezza e i criminali fanno il lavoro sporco per il regime.
Il messaggio finale è semplice. Ogni essere umano messo alla prova, aggredito, si difende ed è giusto e doveroso che lo faccia.
È così che si fa ed è così che si deve fare.
Ovviamente la rumorosa pletora di verginelle di regime è subito corsa ad attaccare FF. "Ma no ma su ma dai", "parole degne di un fascista", ed altre immani stronzate fintobuone e buoniste a difesa del crimine e del male. Che rafforzano semmai ce ne fosse bisogno, la chiara ed esplicita intenzione del popolo di passare finalmente a difendersi con tutti i mezzi.
AVE.
CL

Nessun commento:

Posta un commento