sabato 27 maggio 2017

La nazista schiaffeggiata da Trump.

Avrà sbagliato con Putin e coi Russi con l'intervento anti Assad ma in quel caso era un mezzo obbligo verso i falchi yankee antirussi.

Ma appena può Donnie mostra la pasta di cui è fatto. E senza mezzi termini.

Ha fatto il possibile assieme all'altro leader del mondo libero la britannica Theresa May per far capire il suo disprezzo verso il Reich.

Libero Quotidiano ci informa che ha mollato persino una pacca sulla spalla alla befana nazista.

Ben le sta. Non sono tutti servi sottomessi e docili come la serva Italia di dolore ostello, oltre che dei migranti.

In rete trovo questo post di Ezio Ghidini Citro che pubblico e che ritengo faccia una sintesi impeccabile e assolutamente condivisibile del pensiero di Donnie sulla Germania.

"TRUMP, IL PIANO PER L’EUROPA: GUASTARE LA FESTA TEDESCA CON TUTTI QUEI PAESI CHE NE SUBISCONO LO STRAPOTERE ECONOMICO
La Germania e le politiche di Angela Merkel sono diventate un vero e proprio pallino per DonaldTrump. Al presidente degli Stati Uniti non va per niente giù lo strapotere sempre più debordante di Berlino sull’intera Unione europea, e di conseguenza sull’economia mondiale. Ci sarà quindi da aspettarsi una sua reazione chiara e decisa, almeno stando alle certezze di Guido Lombardi, imprenditore italiano e amico fidatissimo di Trump da oltre trent’anni.
Lombardi ha la maggior parte dei suoi affari a New York, vive nella Trump tower e per il neopresidente Usa ha organizzato una parte importante della campagna elettorale sul web. In Italia lo ha seguito come un’ombra, sempre a disposizione dello staff presidenziale ad ogni esigenza. Fino al G7 di Taormina, dove le tensioni tra Stati Uniti e Germania hanno reso complicatissima la mediazione dell’Italia per ottenere un documento condiviso sul commercio mondiale.
Le scintille tra Trump e la Merkel, sostiene Lombardi in un’intervista al Corriere della sera, non sono dettate dalla mera antipatia personale: “Trump vuole contenere l’aggressione economica della Germania, oltre che della Cina. Non sto esagerando. Il presidente Usa pensa che Merkel voglia aumentare il suo potere economico, dominando l’Europa e mettendo in difficoltà gli Stati Uniti da una parte e la Russia dall’altra”.
Ottenuto un documento molto vago e accomodante sul commercio internazionale, Trump ora punta a guastare la festa tedesca con tutti quei Paesi che ne subiscono lo strapotere economico: “Investimenti per cominciare”. Non solo nel settore militare: “per modernizzare le infrastrutture della difesa, della cyber security. Trump – ha detto Lombardi – pensa anche a investimenti di altro tipo per rilanciare l’economia dei Paesi penalizzati dalle regole imposte dai tedeschi. Ancora l’Italia, la Grecia, il Portogallo, la Spagna. Potrei dire una specie di nuovo piano Marshall“.
Le ambizioni americane non sarebbero quelle di far saltare l’intero sistema dell’Unione europa: “Forse manderebbe in frantumi i piani tedeschi sull’Ue – ha aggiunto l’imprenditore – E aggiungo che la Russia sta guardando con interesse alla posizione di Usa, Regno Unito e Giappone. Alla fine Trump farà un accordo con Putin. Sicuro al mille per mille”. "

Non ci resta che attendere e sperare.

Nessun commento:

Posta un commento