giovedì 8 giugno 2017

Il prof. Paolo Becchi a una radio di regime: "siamo nel Quarto Reich"

Forse il personaggio a qualcuno dei miei lettori non piacerà.

Forse qualcun altro troverà da ridire o da far polemica.

Se volevo avere una clac non facevo il ribellenazionale ma al limite andavo da Maria De Filippi.

Perciò comunque la pensiate sul prof. Paolo Becchi ci tengo a raccontare quello che ho sentito sere fa per radio.

Per dirla tutta non so molto di Paolo Becchi. Certo basta andare su Wikipedia. Ma non voglio farlo.
Per quanto mi riguarda può essere acquasanta o diavolo. Per me e per quanto ho da dirvi è assolutamente irrilevante.

So che è stato vicino o dentro i Cinquestelle. E sentendolo parlare alla radio ho capito che è di Genova.

Ma veniamo ai fatti.

Sere fa a 'Radio 24' che se ho ben capito è la radio contigua a 'il sole 24 ore' organo di punta del Regime e del Reich, di proprietà di Confindustria, uno dei centri di potere e di controllo del regime, era ospite il Prof. Becchi.
Veniva sbeffeggiato, aggredito e insultato da due soggetti, uno, credo sia Cruciani che era in studio, ed un altro via telefono credo fosse tale Parenzo.
Cercavano di metterlo in ridicolo e gli dicevano cose del tipo "è grave che un docente universitario dica queste cose" ossia, "il regime ti paga e tu invece di essere un servo ubbidiente come noi ti permetti di ribellarti".
Ad un certo punto il prof. Dice
"Questa è una Unione Sovietica non una Unione Europea, anzi magari fosse l'URSS questa è una S.p.A. il cui maggior azionista è la Germania... anzi questo è il QUARTO REICH".
A quel punto Cruciani e l'altro hanno iniziato a sbraitare e a fingere sorpresa.
"Ma come si fa a dire che l'Unione Europea è il quarto Reich dai su".

Certo non sta bene dirlo. E figuriamoci poi spiattellare la verità in faccia ai servi del regime che vengono pasciuti dal regime su una radio di regime.

Troppo per chiunque.

E soprattutto, certo non crediamo di avere il copyright su una cosa tanto evidente come il 'Quarto Reich' ma semmai qualche sprovveduto tra i nostri lettori ancora non lo avesse capito abbiamo avuto una nuova ulteriore illustre conferma.

Amarissima soddisfazione. 

CL

Nessun commento:

Posta un commento