sabato 9 dicembre 2017

Casapound, un movimento estremamente interessante

'Ne ho viste di cose, che voi italiani neanche riuscite ad immaginarvi.'

Faccio il verso all'androide Roy Batty per descrivervi il percorso politico di un italiano alla ricerca di giustizia e dignità.

Ho visto sindacalisti divenuti capi licenziare su due piedi.

Ho visto kompagni della serie 'noi siamo dalla parte dei lavoratori' essere capi subdoli, spietati, disonesti.

Ho visto la sinistra di matrice comunista di questo paese okkupare centri nevralgici come la scuola e l'università, la magistratura e la kultura col kappa, monopolizzare la musica e l'arte ed okkupare la tv di stato ed infine assurgere a regime spalleggiato dalla finanza internazionale (una bestemmia dal punto di vista del puro marxismo) e del Quarto Reich ovvero la Germania egemonista in Europa e nel mondo e una manciata di stati sudditi (Benelux, Slovenia, Croazia, Austria Finlandia, Romania, Ucraina, a meno che in questi ultimi quattro stati non rinasca un po' di sana opposizione alla unione europea ed un riavvicinamento alla Russia).

Ho visto anche un centrodestra inetto.
Mi verrebbe da dire che il centrodestra (Forza Italia, Lega, Fratelli d'Italia e movimenti satelliti) o è fatto veramente di mollaccioni o di gente a cui piace mostrarsi come tale.
Un Berlusconi vittima di un colpo di stato fpraggiato dal Quarto Reich, dalla Germania che lancia sul mercato il debito pubblico italiano con una manovra che in altre epoche sarebbe stata assai più grave di una dichiarazione di guerra, causando il casus chrisis, lo Spread, e de facto producendo la caduta dell'ultimo governo democratico di questo paese, che invece di vedere la più che legittima difesa ad oltranza della democrazia ed una opposizione di Berlusconi a tale colpo di stato con ogni mezzo, se necessario fino alle estreme conseguenze, vede costui persino appoggiare il famigerato governo Monti. Il peggior governo del dopoguerra (e forse di sempre, dai tempi di Romolo).
Un Berlusconi sottomesso, remissivo, spento, che con il suo comportamento ha consentito al Reich di completare il dominio sul paese, con l'inserimento della ignobile clausola in costituzione del pareggio di bilancio. In definitiva un centrodestra talmente sottomesso da essere fermo ed incapace di produrre quelle riforme che sempre prometteva e che tanto sarebbero servite alla nazione ci sarebbe servito ma era ed è un ologramma, una simulazione, una cosa di cui il popolo non si può fidare.

Ed infine ho visto un movimento artificiale originato dalla mente di un comico. Che dapprima detestavo, poi ho voluto capire ed al quale, come nel mio stile, ho voluto partecipare per vedere se vi fosse effettiva volontà di rivoluzione, nel senso migliore del termine.
Ho visto li, lo devo ammettere, competenza, serietà, ho visto attivisti prendere sul serio i nuovi venuti, e fare realmente politica come dovrebbe essere fatta da un punto di vista tecnico. Gente preparata su regole e procedure. La tecnica giusta, il giusto modo di fare politica, ma per amor degli Dei, su obiettivi totalmente sbagliati. Talmente sbagliati che una quota considerevole dei simpatizzanti sono disorientati, al punto di sospettare che il movimento cinquestelle in realtà simuli soltanto di voler cambiare ma che in realtà sia nelle mani del Reich, che lo usa per dirottare il dissenso nei suoi confronti. Troppe ombre per potersi fidare di loro.

E cosa rimane prima dell'arrivo dei carri armati di Putin?
Per mesi, per anni, mi sono ritrovato sui social invischiato in schermaglie con militanti di forza nuova. Sempre per il solito motivo, la difesa di Israele.
Io non sono ebreo, non ho amicizie di lungo corso in tale comunità, ed anzi, per dirla tutta, tre o quattro membri (poco degni) appartenenti a tale comunità si sono comportati in modo veramente ignobile nei miei confronti. Ma non sono certo due stronzi tra gli ebrei a farmi diventare antisemita, così come non sono certo alcune ottime persone conosciute tra tedeschi e musulmani a farmi diventare filogermanico o filoislamico.
Ho sempre detto che Israele è un modello da seguire. Perché nonostante oggetto di feroci aggressioni nel corso dei secoli non ha perso la rotta. Perseguiva l'obiettivo del ritorno alla terra promessa e lo ha ottenuto, in un modo o nell'altro.
Se Israele, cancellato qualche decennio dopo Cristo è tornato, perché non può tornare Roma di Augusto?
Vedevo quindi nei movimenti di destra 'di ispirazione fascista' questa pregiudiziale. L'ultimo di una serie di 'regali' che la razza germanica, quella si, realmente nefasta, ha lasciato alla gente di Roma.
Le leggi Razziali ratificate svogliatamente dal Duce per assecondare i deliri e pruriti germanici, rischiavano di essere il tallone d'Achille dei movimenti di destra che paradossalmente sono gli unici che possono salvare il popolo di questa nazione morente.
E ho iniziato come sempre a documentarmi. Come feci nei movimenti comunisti, come feci dentro il centrodestra e coi Cinquestelle.
A tal proposito vi invito a visionare l'incontro a Casapound tra il giornalista Nicola Porro e Simone di Stefano, leader di Casapound e candidato a premier.
In rete si trova facilmente. E molto altro materiale interessante.
Il mio percorso parte da lontano, da lontanissimo, ed è lo stesso che stanno facendo altre migliaia di persone. Tutti noi ci stiamo rendendo conto che Casapound è il solo credibile, la nostra ultima vera speranza prima della fine, imminente.

F.B.

Nessun commento:

Posta un commento